15
Lun, Lug

Dopo il prologo (1,1-4) che presenta Cristo Figlio e rivelatore definitivo di Dio, superiore agli angeli e a Mosè, mediatori dell’antica alleanza (1,5-4,13), lo scritto si fissa sul Cristo, costituito da Dio sommo sacerdote (4,14-7,28) che ha stabilito la nuova alleanza (8,1-13), offrendo se stesso come sacrificio infinitamente più prezioso e gradito a Dio, di cui i sacrifici di animali, offerti secondo la legge erano solo un’"ombra" (9,1-10,18). Seguono esortazioni (10,19-13,15) a perseverare nella fede, seguendo i personaggi della storia sacra, che hanno perseverato nella fede, fino al martirio (11,1-12,29).