28
Tue, Jan

Canada-Francia

Notizie

Dal 1950, a metà novembre e per una settimana, Montréal vive al ritmo del Salone del Libro, il grande evento culturale annuale della città e il punto di riferimento dell’edizione in lingua francese nel continente nordamericano. Il periodo coincide con l’arrivo dei primi fiocchi di neve, anticipando la magia del Natale e il desiderio di una buona lettura nel caldo di casa.
​Nell’ultima edizione, 120 000 visitatori, 880 espositori, 2 500 autori/autrici hanno confermato la vitalità di quest'appuntamento. Le ragioni sono molteplici, ma due in particolare meritano attenzione: in passato, la tenace resistenza del Québec alla supremazia della lingua inglese con una politica di salvaguardia del francese attraverso la rete delle scuole cattoliche e delle parrocchie. E a partire dagli anni ’50, il fenomeno della rivoluzione tranquilla, cioè la presa di coscienza di un’identità territoriale, sociale, culturale, artistica autonoma e propria al Québec. La rivoluzione avrà un influsso determinante nel campo della letteratura e delle arti e vedrà sorgere un’industria culturale in opposizione anche all’invadenza della letteratura francese che considerava il Québec come un territorio d’oltremare (“quattro acri di neve” secondo Voltaire). L’illustrazione di questa fioritura culturale si riscontra in un dato importante: i membri dell’ANEL (Association nationale des éditeurs de livres) sono piu di 100, con un’ampia diversificazione che tocca tutte le discipline etutti i settori della creazione artistica.
​Allo sviluppo dell’editoria nazionale ha contribuito in maniera significativa anche Médiaspaul, in particolare nel campo della letteratura giovanile con il periodico Vidéo-Presse, le collane di romanzi, di album illustrati, di sussidi scolastici. Significativo inoltre il ruolo di Médiaspaul come editore dei testi dell’Ufficio catechistico del Québec.
​Gli editori che al Salone del libro propongono un nutrito catalogo di letteratura religiosa sono due: Médiaspaul e Novalis. La nostra casa editrice è apprezzata e conosciuta dal pubblico e stimata dalla Chiesa locale. Anche quest’anno siamo presenti con le novità dell’anno e i titoli più rappresentativi e popolari del nostro catalogo. In sintonia con il clima natalizio, presentiamo due originali album illustrati che raccontano il Natale, l’uno immerso nel mondo eschimese, l’altro innovativo per quanto riguarda l’iconografia tradizionale e l’approccio pastorale.
​Nella ricca varietà delle parole umane offerte all’intelligenza e al cuore dei lettori durante questi giorni, Médiaspaul offre il suo generoso contributo con la proposta di una Parola, declinata in mille modi, portatrice di verità e di vita.

Dal 25 al 27 aprile i membri della Regione Canada-Francia si sono radunati ad Arpajon (Parigi) per un incontro di discernimento, che fa seguito alla nomina del Delegato regionale, don Pierre Claude Catalano. L’incontro - a cui hanno partecipato il Superiore generale, don Valdir José De Castro, il suo Vicario, don Vito Fracchiolla, e il Consigliere generale fratel Darlei Zanon - è stato organizzato per riflettere insieme sulla situazione della Regione e per cercare forme concrete e fattibili di rilancio della missione paolina nel mondo francofono, seguendo l’ispirazione del X Capitolo generale, che ci invita a «rinnovare lo slancio della nostra azione apostolica convertendo noi stessi, le nostre comunità e le nostre strutture apostoliche per arrivare a tutti, specialmente alle periferie, servendosi anche dei nuovi linguaggi della comunicazione».

Il primo giorno è stato riservato al momento illuminativo, con una conferenza di fratel Darlei Zanon sul tema: “Essere editore paolino nel panorama comunicazionale attuale”, partendo dal motto “Tutto faccio per il Vangelo”. Subito dopo don Vito Fracchiolla ha parlato su “La Chiesa alla luce dell’Evangelii gaudium”. Infine la conferenza del Superiore generale ha approfondito “Il cammino della Congregazione alla luce del X Capitolo generale”.

Nel secondo giorno i membri della Regione hanno lavorato in gruppo su tre fronti proposti da don Valdir nella sua lettera alla Regione, e cioè: 1. Apostolato-amministrazione-economia, 2. Vita comunitaria e 3. Strutture immobiliari. Dopo ogni discussione in gruppo, guidata da alcune domande preparate dalla commissione centrale, si è fatta una breve riflessione in assemblea. Il risultato delle discussioni, convertite poi in proposte concrete, sono state definitivamente presentate giovedì, giorno di chiusura dell’incontro. Per aiutare in modo più vicino il Delegato del Superiore generale, è stato indicata una équipe di gestione, composta dal Vicario generale, don Vito Fracchiolla, da don Ignazio Cau, eletto dai membri della Regione, oltre a don Pierre Claude Catalano, il Delegato regionale.

Auguriamo a questa Circoscrizione di portare avanti questo progetto comunitario-apostolico, che dovrà ora essere ratificato dal Governo generale, e più in generale di maturare sempre più l’impegno di rinnovarsi alla luce del X Capitolo generale e della proposta pastorale di Papa Francesco, rileggendo il carisma paolino in un momento delicato della società e delle Chiese francese e canadese.

SalonDa 33 anni, Il Salone del libro di Montréal è la grande vetrina del libro francofono in America del Nord. Quest’anno, dal 17 al 22 novembre, una folla di più di 120 000 appassionati della lettura e della cultura si è data appuntamento alla Place Bonaventure, la sede espositiva nel cuore di Montréal, dove la presenza di grandi autori canadesi e francofoni, animazioni, dibattiti, e una moltitudine di iniziative, hanno ancora una volta confermato la validità di questa kermesse culturale.

Read more: Canada: Salone del libro di Montréal - Edizione 2010

Dal 18 al 23 maggio, i paolini della Regione Canada-Francia hanno avuto la gioia di accogliere il Superiore generale don Valdir De Castro per la sua prima visita alla Regione, cominciata a Montréal (12-18 maggio) e conclusasi in Francia (19-23 maggio).

Don Valdir è venuto tra noi soprattutto con atteggiamento di ascolto paziente di ogni confratello per conoscere la storia della Regione e di coloro che da lunghi anni svolgono la missione paolina in Canada e in Francia. Senza attendere la prossima Assemblea regionale, don Valdir ci invita a formulare fin d’ora delle ipotesi realistiche per il futuro della Regione nell’ottica di uno sviluppo e di una continuità sostenibili.

Si tratta quindi di rinnovare, ridimensionare, reinventare la nostra presenza; di allargarla per quanto possibile alla comunicazione digitale. L’obiettivo da perseguire è l’ottimizzazione delle risorse umane attuali (paolini e laici) e logistiche, per sostenere l’attività apostolica e garantire il più possibile la salute economica delle opere.
Il cammino di qui alla prossima Assemblea si farà in dialogo con il Governo generale in un clima di fiducia reciproca di fronte alle sfide che ci attendono.

ParigiViviamo in un mondo in continuo movimento, in perenne trasformazione. È quanto di più banale si possa affermare oggi. E tuttavia, l’affermazione è incontrovertibile: il dinamismo incessante della vita si insinua nel tessuto stesso delle nostre attività apostoliche, le mette in crisi: di crescita e di posizionamento

Dopo 63 anni di ininterrotta presenza nel quartiere di Saint-Germain-des-prés a Parigi, la Librarie Saint-Paul ha preso atto di questa necessità vitale: l’ora del cambiamento si è imposta senza contraddire la perennità e la continuità di una missione culturale e spirituale in stretta connessione con i bisogni reali dei nostri destinatari.

Read more: Francia: La Librairie Saint-Paul di Parigi - tra continuità e cambiamento

More Articles ...