23
Sun, Jun

Con la celebrazione eucaristica presieduta dal Superiore generale, Don Domenico Soliman, si è concluso sabato 17 dicembre il corso di preparazione alla professione perpetua 2023.

Hanno partecipato al corso dieci giovani professi temporanei provenienti da sette circoscrizioni (Colombia-Ecuador-Panama; Spagna; Congo; Filippine-Macao; Brasile-Portogallo-Angola; India, Giappone), i quali hanno avuto l'opportunità di conoscersi e approfondire il carisma paolino e la missione della Società San Paolo nel mondo.

Durante l'omelia della Messa conclusiva, il Superiore Generale ha sottolineato l'importanza della preparazione: in sintonia con la Chiesa che in questo tempo di Avvento ci invita a prepararci alla nascita del Signore. Don Domenico ha sottolineato che durante questi mesi di corso, ognuno dei giovani ha avuto l'opportunità di prepararsi in vista della professione perpetua, ricordando che spesso il tempo della preparazione è più importante del giorno in cui avviene l’evento, dove la domanda sarebbe: quanto tempo è necessario per prepararsi ad essere consapevoli di ciò che viene scelto?

Il Superiore Generale ha anche ricordato che prepararsi alla professione non è solo studiare un po' di più, o leggere un po' di più... prepararsi è interiorizzare la missione, la vita paolina, come ci hanno insegnato san Paolo e il beato Alberione, è vivere un autentico processo di incarnazione, processo che per i paolini si traduce in: cristificazione.

Infine, don Domenico ha ringraziato tutti i giovani per la loro partecipazione e impegno durante il corso – e in particolare Don José Salud Paredes, il maestro che li ha accompagnati in questo periodo – augurando loro ogni bene e affidandoli al Signore affinché il loro “sì” sia un sì generoso e gioioso, detto con tutte le loro forze, per donarsi interamente a Cristo per l'umanità.