24
Seg., Fev.

Carissimi tutti,

nel decreto di costituzione degli Istituti Maria Ss. Annunziata, San Gabriele Arcangelo, Gesù Sacerdote e Santa Famiglia, questi Istituti vengono dichiarati come opera propria della Società San Paolo e ad essa aggregati.

Nella lettera di nomina di un nuovo Delegato per questi Istituti, il Superiore generale ricorda che: “La condizione di aggregati alla Società San Paolo, propria degli Istituti Paolini di Vita Secolare Consacrata, ci impegna ad essere molto solleciti nel ministero di guida, animazione, organizzazione e formazione integrale paolina di essi”. Infine, l’ultimo Capitolo generale della Società San Paolo, nella Priorità 5.2 così si esprime: ”Promuovere gli Istituti Paolini di vita secolare consacrata (IPVSC) e l’Associazione Cooperatori Paolini (ACP)”. In questo quadro-guida dobbiamo muoverci e operare in modo armonico, coordinato e all’unisono, ben sapendo dell’immenso lavoro che ci aspetta per riportare i nostri Istituti ad avere una immagine unitaria, una formazione paolina integrale e un rinnovato slancio missionario. Nelle mie visite alle Circoscrizioni spesso incontro una parte dei nostri Istituti e la richiesta più insistente che ricevo è quella di avere una formazione paolina più corposa, più profonda e adatta alla specificità di ogni Istituto. Credo che per noi Paolini questo è un impegno che non possiamo disattendere. Non possiamo aspettarci frutti buoni e duraturi se non coltiviamo questo terreno. E la formazione è la modalità permanente di coltivare, sviluppare e fortificare i membri dei nostri Istituti e garantirne un livello umano, culturale e religioso di spessore. In questa opera formativa sono impegnati primariamente i Delegati, ma insieme ad essi e con il loro coordinamento, tutti i membri di buona volontà della Società San Paolo. Ma possono essere impegnati e ci si può avvalere anche di alcuni membri qualificati dell’Istituto, di buon livello culturale paolino. Importante è dare una formazione di spessore e solida.

In tutto questo, i pericoli da evitare sono quelli di una formazione dispersiva e superficiale e anche che il Delegato non dia un timbro tutto suo personale alla formazione ma sia di carattere e di colore proprio paolino. A conclusione di questo colloquio esorterei ad attivare una comunicazione continuativa tra i Delegati degli Istituti perché vedo molte iniziative buone realizzate nelle Circoscrizioni ma che restano isolate perché non fatte conoscere. Questa comunicazione può anche essere uno stimolo vicendevole per spronarci ad un servizio più efficace e a creare sintonia tra quanti operano a favore dei nostri Istituti. Sono grato a quanti vorranno dare il proprio parere e contributo. Fraternamente

Don Vito Fracchiolla, SSP
Delegato generale per gli Istituti Paolini di Vita Secolare Consacrata

Agenda Paulina

23 fevereiro 2020

VII del Tempo Ordinario (verde)
Lv 19,1-2.17-18; Sal 102; 1Cor 3,16-23; Mt 5,38-48

23 fevereiro 2020

* SSP: 1982 a Campinas (Brasile).

23 fevereiro 2020

SSP: D. Leo Sartor (2007) • FSP: Sr. M. Lilia Ranieri (1990) - Sr. M. Silvana Guerriero (1998) - Sr. Clelia Bianco (2000) - Sr. Concettina Borgogno (2003) - Sr. Stefanina Busso (2003) - Sr. Anna Maria Prandi (2010) • PD: Sr. M. Corradina Panella (1996) • IGS: D. Pietro Burgio (1999) - D. Nicola Rutzu (2005) • IMSA: Lina Conte (1983) • ISF: José Guadalupe Paredes (2008) - Maria Permunian (2015).