20
Wed, Nov

Ieri, 29 dicembre, martedì dall’ottava di Natale, il Superiore generale, Don Valdir José De Castro, ha celebrato l’Eucaristia insieme ai nostri confratelli dell’infermeria della Comunità di Roma. Alla luce delle letture della Liturgia della Parola, ha parlato, nell’omelia, del Natale come manifestazione dell’amore di Dio nel mondo, per mezzo del suo Figlio Gesù, “luce” che vuole illuminarci (Lc 2,32), perché anche noi possiamo essere luce per gli altri. Infatti, come afferma la prima lettura, “chi ama suo fratello, rimane nella luce e non vi è in lui occasione di inciampo” (1Gv 2,20). Don Valdir ha rafforzato che l’apostolato della sofferenza ha un senso profondo quando è vissuto con amore e in comunione con tutti i membri della Congregazione, e che loro, per mezzo della preghiera e della sofferenza, sono importanti nella missione di portare avanti il carisma della comunicazione. L’incontro si è concluso con un bel pranzo.