04
Thu, Jun

NOTIZIE

Una Conferenza Stampa di respiro "mondiale" ha descritto le iniziative che in Italia e nel mondo caratterizzeranno la Domenica della Parola di Dio, riproponendone il significato.
 
Iniziando da Roma (cf. link sotto), la Chiesa vivrà due momenti altamente simbolici. Il primo è quello della solenne celebrazione eucaristica nella Basilica di San Pietro, al termine della quale sarà consegnata a tutti un'edizione della Bibbia, gesto che sarà aperto dal Papa stesso che consegnerà la Bibbia ad alcuni dei presenti. Questo primo evento, rivolto ai credenti (quindi, "ad intra"), sottolinea come la Parola sia al cuore della vita cristiana, sorgente di ogni sua azione pastorale, lampada ai passi dell'uomo.
Il secondo è quello della lettura pubblica integrale del Vangelo di Matteo che si svolgerà nel pomeriggio nella Chiesa di sant'Agnese in Agone che si affaccia su piazza Navona. Un evento rivolto a tutti (quindi, "ad extra"), credenti e non, turisti o pellegrini, giovani o anziani, che richiama come la Parola illumini tutte le situazioni dell'uomo perché tutte le contiene, in un intreccio mirabile tra parola umana e parola divina.
 
Da Roma la consegna della Parola si estenderà al mondo con tutta una serie di iniziative che lo "abbracceranno": ne abbiamo selezionato alcune che possono essere percorse con frutto e con gusto (cfr. Link sotto).
 
Un particolare grazie va alle Circoscrizioni che hanno dato un contributo fattivo nella realizzazione dei diversi materiali per l'animazione della Domenica della Parola di Dio: in occasione della Conferenza Stampa la San Paolo è stata ampiamente ringraziata per il contributo "di respiro internazionale" che ha saputo dare e che ha visto coinvolte in prima linea le Circoscrizioni di Brasile, Francia-Canada, Italia, Polonia, Portogallo e Spagna. Anche la nostra presenza in Irlanda ha assicurato la sua presenza fattiva. A tutti un vivo "grazie" con l'augurio di una Domenica della Parola di Dio vissuta con intensità e profondità, in quel clima di Famiglia Paolina che ha caratterizzato fin dall'inizio il nostro servizio alla Parola nella Chiesa.

  pdf Domenica della Parola nel Mondo (122 KB) pdf Depliant (1.56 MB) pdf Logo (617 KB)


Together 2020 from PULSE Movement on Vimeo.

 

 

 

La Comisión de Editores del Libro Religioso (CELR) celebró el 8 de octubre, el día en que se inaugura el LIBER en Madrid, la IV Jornada sobre el Libro Religioso, una jornada en la que se debaten aspectos relacionados con las peculiaridades del libro religioso. Al finalizar la Jornada, y en el transcurso de la inauguración del LIBER, el mayor encuentro internacional del libro en español, la CELR rindió homenaje al P. Francisco Anta, por su esfuerzo y dedicación en la difusión de la Biblia, el libro religioso por antonomasia.

Sacerdote paulino español, Pe. Francisco Anta ha sido el Director de la Sociedad Bíblica Católica Internacional (Sobicain) por cuasi 30 años. Por ocasión de la homenaje, ha declarado que: “a todos los proyectos me he dedicado con todo mi esfuerzo, siempre entendiéndolos, viviéndolos como una misión, no como un trabajo o una empresa. (…) Quedo contento de que se conozca la difusión de la Biblia, pero no me siento orgulloso, porque no es fuerza mía: todo ha sido una misión. Mover y difundir la Biblia no ha sido mi trabajo, el verdadero trabajo ha sido de Nuestro Señor. A Sobicain nunca le han faltado recursos para poder desarrollar su labor, pero no me explico cómo ha sido posible. Solo se explica reconociendo la ayuda de la providencia de Nuestro Señor”.

Il 10 febbraio la Società San Paolo ha celebrato il quarantesimo anniversario della sua rinascita in Polonia. In questa occasione, nel santuario mariano a Jasna Góra di Częstochowa è stata celebrata una Santa Messa presieduta da Mons. Antoni Długosz, amico della Congregazione e autore di numerose nostre pubblicazioni. Alla celebrazione dell’anniversario hanno partecipato numerosi membri della Famiglia Paolina e amici della Congregazione. Erano presenti anche numerose persone che hanno in diversi modi contribuito alla rinascita, tra cui don Innocenzo Dante, che negli anni 1977-1991 era Delegato del Superiore Generale per la Polonia.

La Società San Paolo è nata in Polonia nell’anno 1934, ma dopo la seconda guerra mondiale nel Paese è rimasto soltanto un chierico, Józef Alojzy Łabędź. Ordinato presbitero nel 1953, questi ha accompagnato le Pie Discepole e ha aiutato in varie attività pastorali della Diocesi di Częstochowa fino alla sua morte, avvenuta nel 1967. La rinascita della Congregazione porta come data il 22 febbraio 1978, quando i primi tre aspiranti, tra cui don Ryszard Maria Tomaszewski e don Henryk Sławomir Sznurkowski, sono entrati nel postulantato.

In occasione della celebrazione del quarantesimo della rinascita della Congregazione nella casa dell’apostolato a Częstochowa è stato aperto un piccolo museo che raccoglie cimeli su don Józef Alojzy Łabędź.

Con la Celebrazione eucaristica presieduta dal Superiore generale, don Valdir José De Castro, e con la presenza delle Superiore generali, sabato 19 maggio si è aperto il Convegno Internazionale dei Cooperatori Paolini nel loro Centenario della nascita. Provenienti da 25 Paesi, i 300 Cooperatori si sono dati appuntamento presso il Santuario di Maria Regina degli Apostoli, nella Solennità liturgica a lei dedicata.

Un incontro liturgico che ha ribadito la internazionalità del carisma paolino e della nostra missione. Infatti nell’omelia il Superiore generale ha sottolineato che «nelle diversità di lingue e nelle ricchezze delle culture, ogni Cooperatore Paolino è chiamato ad aprirsi allo Spirito per svegliare il mondo con la luce del Vangelo, come enuncia il tema dell’Anno Centenario», seguendo le orme di san Paolo: «Questo suppone che il Cooperatore sia un discepolo-missionario dal “colore paolino”, imitando l’Apostolo delle genti soprattutto nella sua comunione profonda con Cristo crocifisso e risorto, consapevole, come abbiamo sentito nella seconda lettura, che colui che possiede lo Spirito del Figlio di Dio è “figlio di Dio” (cfr. Gal 4,6-7). A partire da questa chiara identità deve rendere testimonianza con ardore e con audacia».

A tutti i Cooperatori Paolini il nostro augurio!

Omelia del Superiore generale (PDF)

Después de algunos encuentros a nivel regional, el pasado domingo 4 de febrero 2018, en la Comunidad de Taxqueña, Sociedad de San Pablo, en la Ciudad de México, se realizó el I Encuentro Nacional de expaulinos. La jornada inició desde temprana hora cuando los participantes comenzaron a llegar y se acomodaron en los espacios de la comunidad anfitriona. Después de la bienvenida de parte del P. Oliverio Mondragón, ssp, Superior de la Comunidad y de una dinámica de presentación, el P. Gregorio E. Hidalgo, ssp compartió el tema Laicos y Cooperadores en el pensamiento del P. Alberione.

Encuentros de esta índole pretenden no sólo un reencuentro de generaciones, de compañeros e intercambio de experiencias después de haberse retirado de San Pablo, sino regresar a sus casas con un deseo de continuar viviendo, desde la propia condición vocacional de cada uno, el carisma y la espiritualidad que tanto les dio para su vida actual. Entre los compromisos adquiridos está orar por las vocaciones, o como diría nuestro Beato Fundador, dar más vocaciones al apostolado de las ediciones enviando jóvenes a los Encuentros vocacionales, apoyos económicos, etc. Para concluir este momento, se dejaron oír las voces para la organización del II Encuentro Nacional de Paulinos Siempre previsto para el 3 de febrero de 2019.

Este encuentro no sólo fue entre los participantes físicamente, sino también un revivir los momentos de oración en la Capilla Reina de los Apóstoles, la que durante tanto tiempo escuchó sus plegarias. La Celebración Eucarística fue vivida en acción de gracias por las Abundates riquezas recibidas en la época. Después se pasó de la mística a la “mástica”, del Pan al pan: juntos compartieron los alimentos, mientras se continuaba el recuento de los recuerdos, acompañados de risas y buen sabor de boca. Para concluir el evento, a cada Paulino siempre le fue entregado el escudo que nos distingue como Familia Paulina, al igual que la imagen de nuestro Beato, el P. Santiago Alberione, para que ocupe un lugar no sólo en la historia de cada uno, sino de ahora en adelante, también en los hogares que han formado.

More Articles ...

Agenda Paolina

June 04, 2020

Feria (verde)
2Tm 2,8-15; Sal 24; Mc 12,28-34

June 04, 2020

* Nessun evento particolare.

June 04, 2020

SSP: D. Tomás Clímaco (1997) • FSP: Sr. Immacolata Arioni (1969) - Sr. M. Rosa Cappelletti (2000) • SJBP: Sr. Luisa Simion (2013) • ISF: Michela Cabiddu (1976) - Gabriella Bruno (2011).