21
Jue, Oct

Typography

Alle ore 19.00 (ora locale) di ieri, 19 luglio, è deceduto nella comunità di Buenos Aires Florida, a causa di un infarto cardiaco, il nostro confratello

FRATEL PEDRO GERMÁN ALBERTO DOLZANI FERESÍN
81 anni di età, 69 di vita paolina, 58 di professione

Ci lascia a poche ora dalla partenza per il Cielo di don Angelo Vagnoni, entrambi missionari in Venezuela, Paolini dal cuore aperto e disponibile, attenti alle necessità degli altri e della nostra missione, capaci di collaborazione apostolica.

Nasce il 18 luglio 1939 a Colonia Romang (Santa Fe) da mamma Teresa Ana Feresín e papà Antonio, una famiglia ricca di fede e di vita: sono otto infatti i figli che nascono. Tre di loro diventano religiosi: Victor, sacerdote paolino e morto nel 2016, Delia delle Suore di San Giuseppe e Pedro come Discepolo del Divin Maestro. Quando i figli sono ancora giovani i genitori decidono di traferirsi a Buenos Aires.

Il 17 febbraio 1951 entra nella comunità di Buenos Aires Florida e il 7 marzo 1961 inizia il noviziato. Il 7 marzo 1962 emette la Prima professione religiosa assumendo il nome di Alberto. Rinnova in perpetuo i voti religiosi il 19 marzo 1967.

Nei primi anni di vita religiosa fratel Pedro è impegnato nella formazione come assistente degli aspiranti e lavora in brossura (1962-1974). Terminato questo periodo parte per Santiago del Cile e vive la sua missione prima come direttore dell’apostolato (1975-1986) e poi in libreria (1987-1997). Questa terra diventa la sua seconda casa e la porterà sempre con sé, impegnato, durante i suoi anni giovanili, a organizzare e far crescere l’apostolato. Seguirà una seconda partenza, vissuta sempre con generosità. Nel 1997 giunge in Venezuela e vi rimane fino al 2017. Vent’anni trascorsi prima nella comunità di El Hatillo in due periodi distinti (1997-2011 e 2017), per un anno come responsabile della tipografia, poi direttore generale dell’apostolato e della produzione (1998-2011) e anche Consigliere regionale (2001-2004); e successivamente a Caracas ancora direttore generale dell’apostolato (2011-2017) e nuovamente Consigliere regionale (2014-2017). Nel mese di settembre del 2017 ritorna in Argentina, nella comunità di Buenos Aires Florida, dove opera nel settore logistico e nella distribuzione.

Negli ultimi mesi si dedica maggiormente alla comunità e in questo periodo di lockdown per il coronavirus riesce a creare un clima di serenità grazie anche a una buona cucina, cosa non nuova a dir il vero, perché in ogni comunità dove ha vissuto amava preparare del buon cibo per i confratelli, anche questo segno di genuina fraternità.

Sabato scorso, 18 luglio, ha festeggiato il compleanno con il suo solito stile di persona attenta alla comunità. Ieri, mentre era in cucina, ecco l’ultimo viaggio per il Paradiso.

Fratel Pedro ha dato tutto per la missione paolina, una generosità alle volte brusca ma piena di sensibilità verso le diverse situazioni e persone. Un Discepolo del Divin Maestro che il Signore ha condotto in tre Paesi diversi perché potesse vivere dello stesso ardore dell’Apostolo Paolo. Parafrasando il brano della seconda lettura dell’Eucarestia di ieri (Rm 8,26-27), fratel Pedro ha ascoltato il “gemito” dello Spirito e ha vissuto «secondo i disegni di Dio»… in Argentina, Cile e Venezuela.

Il Divin Maestro lo accolga con la sua misericordia. A lui affidiamo le comunità paoline nelle quali ha vissuto, i giovani della Famiglia Paolina in formazione e il cammino che la nostra Congregazione sta percorrendo verso l’XI Capitolo generale, perché ci lasciamo trasformare nella mentalità dal Cristo e viviamo come “artigiani di comunione” nella cultura della comunicazione.

 

Roma, 20 luglio 2020                                        

Don Domenico Soliman, ssp


I funerali saranno celebrati domani, martedì 21 luglio, secondo le norme stabilite dall’autorità civile a motivo del Covid-19. La salma di fratel Pedro verrà tumulata nel cimitero di San Isidro (Buenos Aires).

I Superiori di Circoscrizione informino le loro comunità per i suffragi prescritti (Cost. 65 e 65.1).


ITAESPENG

Agenda Paolina

21 Octubre 2021

Feria (v)
Rm 6,19-23; Sal 1; Lc 12,49-53

21 Octubre 2021

* SSP: 1932 in Francia • FSP: 1931 Comunità Divin Maestro a S. Paulo (Brasile).

21 Octubre 2021

FSP: Sr. Amedea Rizzo (2001) - Sr. Bernadette De Castro (2012) • PD: Sr. Maria Rosso (1995) - Sr. M. Tereza Vazzoler (2010) - Sr. M. Agnese Menocchio (2018) • SJBP: Sr. Pierina Iope (2019).

Pensamentos

21 Octubre 2021

L’abnegazione non si restringe a obblighi gli uni verso gli altri, ma si allarga, e molto spesso occorre l’abnegazione nell’accettare uffici e prestarsi in molte necessità in servizio della Congregazione e della comunità. «Cor unum, anima una» (UPS IV, 221).

21 Octubre 2021

La abnegación no se limita a las obligaciones de unos con otros, sino que va más allá, y frecuentemente hay que ser abnegados también para aceptar cargos y estar dispuestos en muchas necesidades a servir a la Congregación y a la comunidad. «Cor unum, ánima una» (UPS IV, 221).

21 Octubre 2021

This self-denial is not confined to obligations towards one another but extends outwards. Self-denial is often a requisite for taking up an office and offering one’s services for the needs of the community and the Congregation. «One heart, one soul» (UPS IV, 221).