04
Sab, Apr

Typography

Nel pomeriggio di venerdì 17 gennaio 2020 hanno fatto visita al Governo generale i 19 partecipanti del XXIII Corso sul Carisma, insieme alla coordinatrice, sr. Josefa Soares dos Santos fsp. Dopo un primo momento di preghiera nella cappella di Casa generalizia e la spiegazione della storia e significato del luogo, a cura di fratel Giuseppe Galli, il gruppo, insieme al Postulatore della Famiglia Paolina, don Domenico Soliman, ha visitato le stanze del “Museo Don Alberione”. L’incontro è poi proseguito nell’adiacente Sala “Don Giacomo Alberione”. Il Superiore generale, don Valdir José De Castro ha ricordato che quel luogo, oggi adibito a spazio per conferenze e incontri, era un tempo la sala di studio della comunità juniores, dove spesso il Primo Maestro si recava per incoraggiare i futuri missionari paolini. Don Valdir ha anche ribadito l’importanza del Corso come luogo privilegiato per lo studio del carisma e per lo sviluppo di una ermeneutica – sempre più necessaria – che sappia toccare la complessa realtà antropologica, sociale e culturale odierna. Egli ha, quindi, sottolineato uno dei capisaldi del suo magistero: l’importanza della persona e della sua capacità relazionale come elementi indissociabili e coessenziali con l’annuncio del Vangelo. Il secondo (l’annuncio), senza la prima (la persona-in-relazione), non sortisce effetti per carenza di testimonianza, determinante nell’attuale contesto comunicazionale. Il Vicario generale, don Vito Fracchiolla, infine, ha sollecitato i corsisti a rinvigorire il fuoco del carisma per animare, una volta rientrati nelle proprie circoscrizioni, i confratelli e le consorelle. Ha concluso l’incontro, come di consueto, un allegro buffet conviviale, seguito dagli auguri per un fecondo tempo di formazione.