14
Sat, Dec

Il Giappone ha accolto il Superiore generale, don Valdir José De Castro, insieme al Consigliere generale, fr. Darlei Zanon, in visita canonica dal 16 al 30 ottobre 2019. Due settimane che hanno permesso la visita a tutte le comunità della terra del "Sol Levante” – come indica il suo nome originale Nippon –, dove i cristiani sono una piccola minoranza che non arriva all’1% della popolazione. Un tempo prezioso per conoscere la realtà e la cultura nipponica, che si muove tra un’antichissima tradizione e un’innovazione galoppante, che porta come conseguenza individualismo e ateismo.

Tante sono le sfide della missione paolina in Giappone, ma altrettante sono le opportunità, come è stato evidenziato nei diversi colloqui personali, ma soprattutto nella giornata di formazione organizzata a Tokyo il 28 ottobre. Un giorno intenso di studio e riflessione che ha coinvolto praticamente tutti i 34 membri della Provincia e i circa 30 collaboratori laici dei diversi settori dell’apostolato.

Avendo sempre come base il documento "Linee editoriali. Identità, contenuti e interlocutori dell’apostolato paolino", la giornata è stata vissuta con grande partecipazione e dinamismo. In seguito alla lettura del documento e alle due conferenze – tenute da don Valdir e fratel Darlei –, i partecipanti, divisi in piccoli gruppi, hanno condiviso le loro impressioni e proposte per tentare un’applicazione pratica degli orientamenti presenti nel documento.

In questo incontro – primo di questo genere nella storia della Provincia con tutti i Paolini e i laici riuniti insieme –, tantissimi sono stati i suggerimenti, riflesso dell’interesse della Provincia nel percorrere un itinerario di crescita. Infatti, una delle principali impressioni dei visitatori è stata proprio la constatazione di un ottimismo vissuto oggi nella Provincia, motivato soprattutto dalla bella prospettiva di nuove vocazioni che arrivano dal Vietnam, insieme a qualche risultato positivo nel campo apostolico, e dall’attualità delle Linee editoriali, che aprono nuovi orizzonti apostolici in quella Nazione.

Insieme alle visite ai Paolini di Tokyo, Osaka, Fukuoka e Saigon, con la rispettiva consultazione in vista della nomina del prossimo Superiore provinciale, il Superiore generale ha incontrato anche la Famiglia Paolina: le Figlie di San Paolo a Tokyo e Saigon, le Pie Discepole delle diverse comunità di Tokyo e Osaka, e le Annunziatine della capitale nipponica.