24
Mer, Fév

Typography

Il Superiore generale, don Valdir José De Castro, ha partecipato oggi, 19 ottobre, al briefing quotidiano nella Sala Stampa del Sinodo dei Vescovi, insieme a Monsignor Joseph Naffah, vescovo libanese, a Monsignor Emmanuel Kofi Fianu, vescovo di Ho (Ghana), e alla sig.ra Yadira Vieyra, uditrice. In questa occasione don Valdir ha approfondito il suo intervento, avvenuto in aula sinodale due giorni prima, il 16 ottobre, durante la 14^ Congregazione generale, sul tema “imparare ad abitare il mondo digitale”, più specificamente sui paragrafi 160 e 161 della terza parte dell’Instrumentum Laboris e dei lavori sinodali. Nel suo intervento il Superiore generale ha sottolineato l’importanza di «aiutare i giovani ad essere presenti nell’ambiente digitale con libertà, prudenza e responsabilità», ma soprattutto di «motivarli ad essere essi stessi protagonisti dell’evangelizzazione, e non soltanto destinatari dell’azione della Chiesa». Ha insistito nella promozione di una nuova evangelizzazione “con” i giovani e non soltanto “per” i giovani, visto che sono loro che meglio conoscono la grammatica digitale e che pertanto possono essere i primi missionari e testimoni in questo ambiente.

Qui sotto potete leggere l’intervento integrale e anche guardare un frammento della intervista concessa alla rivista Família Cristã del Portogallo.

Intervento
PORITAENG – ESP