26
Sab, Set

Typography

Alle ore 14,40 (ora locale) del 12 ottobre 2016, presso il “Lisie Hospital di Ernakulam” (India), ha raggiunto la vita eterna il nostro fratello Discepolo del Divin Maestro

VARKEY JUSTIN PUTHENKANDATIL
66 anni di età, 46 di vita paolina, 42 di professione religiosa

Fratel Puthenkandatil è nato a Thottakara, in Kerala (India), il 29 novembre 1949 da una famiglia contadina costituita da papà Xavier e mamma Mary e di 8 figli, di cui quattro maschi e quattro femmine. Ha fatto il suo ingresso in Congregazione il 21 giugno 1970, a 20 anni, accolto dalla comunità di Bombay (oggi Mumbay). Ha vissuto l’anno di noviziato a Bangalore e qui il 30 giugno 1974 ha emesso la sua prima professione religiosa, assumendo il nome di Justin. Completati gli studi religiosi, ha fatto la professione perpetua sei anni dopo, il 15 agosto 1980. Durante gli anni di juniorato ha svolto vari servizi, tra cui quello di responsabile della composizione tipografica ad Allahabad. I suoi formatori restituiscono un’immagine serena e mite del suo carattere, definendolo generoso, socievole, umoristico e, a garanzia della sua vocazione paolina, amante dello spirito di povertà.

Dopo la professione perpetua fratel Justin ha sempre servito il Signore in libreria. Lo ritroviamo prima ad Allahabad, presso il locale Book Centre Apostolate (1980-1981), poi a New Delhi (1981-1985), Kochi (1985-1990) e ancora Allahabad (1990-1993). Nel 1993 è trasferito a Bombay, dove per un anno svolge il suo apostolato nel Better Yourself Books Department della locale libreria. Dal 1994 al 2004 è ancora a Kochi, dove è impegnato anche in alcuni servizi comunitari. Nel 2004 viene inviato per tre anni a Chennai. Nel 2007, infine, lo ritroviamo per la terza volta a Kochi, dove ha trascorso gli ultimi anni, servendo fino all’ultimo il Signore nel settore “articoli religiosi” del locale Bookshop.

I fratelli dell’India ricordano fratel Justin come una persona dal cuore aperto e di vero spirito religioso, dotata di una naturale gentilezza e giovialità. Senza mai avanzare pretese di sorta verso i superiori e i confratelli, è stato un uomo di preghiera, sempre esemplare nel servire il Maestro Divino nell’apostolato e sempre disponibile per svolgere tutti gli incarichi, anche comunitari, che gli erano affidati, adempiendoli con lealtà e generosità. E questo anche quando la malattia ha cominciato a provare duramente le sue forze e il suo spirito.

Fratel Justin ha cominciato a mostrare i primi sintomi di cancro del sangue nel 2012. Ha subito diversi trattamenti medici, prima presso il “TATA Cancer Research Centre” di Mumbai, poi in diversi centri ospedalieri di Kochi. Ha trascorso gli ultimi giorni, infine, presso il “Lisie Hospita” di Kochi, dove è sopraggiunto il decesso nel primo pomeriggio di mercoledì 12 ottobre.

Nel raccomandare la sua anima al Signore, affidiamo all’intercessione di questo nostro fratello Discepolo il futuro cammino della Provincia India-Nigeria-Gran Bretagna-Irlanda.

Roma, 13 ottobre 2016
Don Stefano Stimamiglio

I funerali si svolgeranno il 14 ottobre alle ore 10.30 (ora locale) presso la St. Jude Church di Kochi (Kerala, India). Le sue spoglie saranno collocate nel cimitero annesso a tale chiesa.

I Superiori di Circoscrizione informino le loro comunità per i suffragi prescritti (Cost. 65 e 65.1).


ITA ESPENG

Agenda Paolina

26 Settembre 2020

Feria (verde)
Ss. Cosma e Damiano, martiri
Qo 11,9–12,8; Sal 89; Lc 9,43-45

26 Settembre 2020

* Nessun evento particolare.

26 Settembre 2020

SSP: Ch. Francesco Frizzi (1934) - D. Pio Baroni (1945) - D. Marino Clerico (2015) • FSP: Sr. Mardonia Español (1990) - Sr. Bruna Battistoni (1992) - Sr. M. Cherubina Fernandez (2008) - Sr. Giuliana Iannelli (2009) - Sr. M. Natanaela Polillo (2013) • PD: Sr. M. Eugenia Baggio (2009) - Sr. M. Guadalupe Andrade Reyes (2011) • SJBP: Sr. Paolina Eleonora Boldrin (2007) • IGS: Mons. Antonio Santucci (2018) • ISF: Jolanda Cecchetti (2007).

Pensieri del Fondatore

26 Settembre 2020

Ogni mattina, pure sparsi in tanti punti della terra, siamo uniti nella stessa azione, la più grande: uno è il Sacerdote, una la vittima, medesimi sono i frutti; uno il viatico per la giornata, di cui ognuno può servirsi: «Per non venire meno lungo la strada» (ACV, p. 161).

26 Settembre 2020

Cada mañana, aun esparcidos en tantos puntos de la tierra, estamos unidos en la misma acción, la más grande: uno es el Sacerdote, una la víctima, los frutos son los mismos; uno el viático para la jornada, del que cada cual puede servirse «para no desmayarse por el camino» (ACV, p. 161).

26 Settembre 2020

Every morning, even though we are scattered in many parts of the earth, we are united in the same action, the greatest: one is the Priest, one is the victim, the fruits are the same; one is the viaticum for the day, which each one can profit from: «So as not to fall along the way» (ACV, p. 161).