31
Ter., Mar.

Typography

“Io mi chiamo Bruno!” – così si è presentato all’Aereoporto di Fiumicino il primo paolino che è arrivato in Casa Alberione per trascorrere i 6 mesi di preparazione alla professione perpetua. Gli si è fatto festa in una pizzeria del lago di Castel Gandolfo, ai piedi della residenza estiva del Papa. Poi sono arrivati gli altri alla spicciolata. E l’antica Casa degli Scrittori Paolini ha ripreso anima. I paolini giovani non conoscono la storia di questa nostra casa: essa ha un percorso storico molto interessante.

Cito uno stralcio di storia di questa casa dalla testimonianza del libro di Don Giuseppe Barbero (Il Sacerdote Giacomo Alberione – (pag. 605): “Una delle principali realizzazioni di Don Giacomo Alberione fu la casa degli Scrittori paolini, voluta anche dal Papa Pio XII, come attuazione concreta delle costituzioni della Pia Società Sanpaolo. Fu scelta la località di Albano Laziale (Roma), e in un primo tempo la casa della Marchesa De Gregorio, in via Castro Partico  n. 12… Gli scrittori passarono in seguito nella nuova dimora di via San Francesco di Assisi, ora numero 48, la nuova sede fu adibita per la redazione paolina, dal 6 novembre 1950, e a dirigere il gruppo dei sacerdoti scrittori fu messo Don Carlo Tommaso Dragone”.

Il Primo Maestro aveva una predilezione particolare per questa casa, basti dire che il primo Capitolo della Società San Paolo (aprile 1957) lo volle celebrare nella Casa degli Scrittori di Albano Laziale. Il sogno del Primo Maestro di avere una casa per scrittori paolini si infranse il 28 ottobre 1978, trasformandosi in Casa di Riposo per anziani paolini.

Oggi rinasce come casa di formazione internazionale per giovani paolini di tutto il mondo. Il primo gruppo è composto da 17 giovani, provenienti da 9 nazioni: Corea del Sud, Filippine, Messico, Colombia, Portogallo, Congo, Venezuela, Argentina, Nigeria. Il corso vero e proprio è iniziato il 3 settembre, con una solennissima celebrazione Eucaristica, nella vicina Casa Divin Maestro, presieduta dal Vicario Generale della Società San Paolo, Don Vito Fracchiolla. Nei primi due mesi, Luglio e Agosto, trascorsi in Casa Alberione si è lavorato intensamente nello studio dell’italiano e nella ristrutturazione della casa. Questo primo gruppo di paolini è molto ben preparato: bisogna fare i complimenti ai rispettivi formatori! I baldi giovanotti si sono inventati uno slogan da proporre a tutti i confratelli e consorelle della Famiglia Paolina: “Noi con voi insieme!”.  E se lo cantano e se lo suonano continuamente.

MESSAGIO AI PARTECIPANTI AL CORSO DI PREPARAZIONE ALLA PROFESSIONE PERPETUA
Don Valdir José de Castro, SSP
Superiore generale

OMELIA
Don Vito Fracchiolla, SSP
Vicario generale


PARTECIPANTI

 

Agenda Paulina

31 março 2020

Feria (viola)
Nm 21,4-9; Sal 101; Gv 8,21-30

31 março 2020

* Nessun evento particolare.

31 março 2020

SSP: D. Giuseppe Zilli (1980) - D. Giuseppe Morini (1985) - D. Agostino Ikeda (2019) • FSP: Sr. M. Gabriella Martini (2016) • PD: Sr. M. Margherita Croci (2008) - Sr. M. Amalia Villa (2016) • IGS: D. Gennaro Di Nucci (1994) - D. Raffaele Mascolo (2015) • ISF: Luigi Giovanni Giaccio (2006) - Guido Bosio (2007) - Carlos Delgado (2019).