18
Ter., Fev.

KalpakacherryITA

Il Maestro divino ha chiamato al premio eterno il nostro fratello discepolo perpetuo Fr. AUGUSTINE KALPAKACHERRY 57 anni di età, 37 di vita paolina, 33 di professione.

Si è spento alle ore 6.00 (locali) di ieri, domenica 27 novembre 2005, in Mumbai (India), a poche ore dall’inagurazione di una nuova casa paolina nel Nord-Est dell’India, a Guwahati, celebrata nella ricorrenza della festa del beato Giacomo Alberione. Fr. Augustine è nato da Joseph e Monica nella città di Kudakkachira, nello Stato del Kerala, il 26 giugno 1948. Dopo aver terminato gli studi superiori, è entrato in Congregazione nella Comunità di Bombay il 19 giugno 1968. Tre anni più tardi, a Bangalore, ha vissuto l’anno di Noviziato e qui ha emesso la prima Professione il 30 giugno 1972.

Agenda Paulina

18 fevereiro 2020

Feria (verde)
Gc 1,12-18; Sal 93; Mc 8,14-21

18 fevereiro 2020

* PD: 2017 a Codajás (Brasile) • SJBP: 2007 a Londrina (Brasile).

18 fevereiro 2020

SSP: Nov. Ildebrando Pelliccia (1935) - D. Giovanni Battista Di Cesare (2011) - Fr. Amorino Remelli (2014) - Fr. Vicente Ramón Hernández Muñoz (2019) • FSP: Sr. M. Cecilia Calabresi (1999) - Sr. Maria de Lourdes Belém (2009) - Sr. M. Assunta Cantone (2015) • PD: Sr. M. Auxilia Fernández (2011).

Pensamentos

18 fevereiro 2020

La povertà è la tendenza a ciò che è più povero, più semplice. È il distacco da quelle cose che formano la comodità, l’agiatezza, il benessere della vita presente. È virtù che inclina il cuore, la volontà verso quello che è più povero. Notate che vi è la povertà di effetto e la povertà di affetto. La prima è quella di chi non ha; la seconda è quella di chi ha ma è distaccato (FSP46, p. 144).

18 fevereiro 2020

La pobreza es la tendencia a lo que es más pobre, más sencillo. Es el desapego de las cosas que conforman la comodidad, el confort, el bienestar de la vida presente. Es una virtud que inclina el corazón y la voluntad hacia lo que es más pobre. Notad que hay una pobreza efectiva y una pobreza afectiva. La primera es la de quien no tiene; la segunda es la de quien tiene pero se muestra desprendido (FSP46, p. 144).

18 fevereiro 2020

Poverty is the tendency to what is poorest, simplest. It is the detachment from those things that form the comfort, the well-being of the present life. It is a virtue that inclines the heart, the will towards the poorest. Note that there is the poverty of effect and poverty of affection. The first is that of those who do not have it; the second is that of those who have it but are detached (FSP46, p. 144).