18
Sab, Gen

Jate P.ITA

Oggi, domenica 30 gennaio 2005, alle ore 9 (ora locale), ci ha lasciati per tornare al Padre il nostro fratello Discepolo del Divin Maestro della Comunità di Pune, India FR. PAULUS VALENTINE JATE 47 anni di età, 28 di vita paolina, 24 di professione religiosa.

Era nato a Gatijharain, il 2 ottobre 1957 da Gabriel e Veronica Jate, una famiglia contadina dello Stato indiano dell’Orissa, nell’India orientale. Al termine della scuola superiore, entrò nella Comunità di Bombay il 23 giugno 1977, a vent’anni. Fece il noviziato nella Comunità di Bangalore, dove emise la sua prima Professione religiosa il 30 giugno 1981. Si consacrò in perpetuo al Signore il 19 marzo 1990, nella Casa Provinciale a Bombay.

Agenda Paolina

18 Gennaio 2020

Feria (verde)
1Sam 9,1-4.17-19.26; 10,1; Sal 20; Mc 2,13-17
18-25: Ottavario di preghiera per l’unità dei cristiani

18 Gennaio 2020

* Nessun evento particolare.

18 Gennaio 2020

SSP: Fr. Tito Della Bartola (1972) - D. Armando Gualandi (1982) - D. Armando Giovannini (1991) - D. Egidio Spagnoli (2014) - Fr. Carmelino Bison (2016) • FSP: Sr. Ida Mazzucato (2015) • PD: Sr. M. Luisa Fallado (2006) • IGS: D. Angelo Mazzia (2015) • IMSA: Vincenza Lionetti (2009) - María Librada González Rodríguez (2015) • ISF: Benito Filemón Villa (1996) - Mario Pietrofeso (2004).

Pensieri del Fondatore

18 Gennaio 2020

La povertà è piena di ricchezze, perché ottiene tante grazie: si è più puri, si è più obbedienti, si è più zelanti, si è più fervorosi, si è più intelligenti, si è più dati alle opere di zelo, quando si ha la povertà (VCG, p. 103).

18 Gennaio 2020

La pobreza está llena de riquezas, pues obtiene muchas gracias: cuando se tiene la pobreza, se es más puros, se es más obedientes, se es más celantes, se es más fervorosos, se es más inteligentes, se es más diligentes en el obrar bien (VCG, p. 103).

18 Gennaio 2020

Poverty is full of riches because it obtains so many graces: one is purer, one is more obedient, one is more zealous, one is more fervent, one is more intelligent, one is more given to works of zeal, when one has poverty (VCG, p. 103).