Istituti - Notizie

Oltre 500 persone hanno partecipato domenica 27 gennaio 2019 al pellegrinaggio nazionale organizzato dall’Istituto “Santa Famigli” presso la santa Casa di Maria a Loreto per pregare la Vergine Santissima all’inizio del nuovo anno. Alle Lodi animate da don Nunzio Campo ha fatto seguito la meditazione del Delegato don Roberto Roveran sul mistero della nascita di Gesù, Salvatore del mondo. Si è quindi concelebrato con il Vescovo, mons. Fabio Dal Cin, il quale ha ringraziato il Signore per la folta presenza di coppie e commentando il Vangelo della domenica ha invitato ognuno a riconoscere l’oggi della Parola di Dio dentro la vita quotidiana.

Dopo il pranzo al sacco alla casa del pellegrino il numeroso gruppo di coppie è tornato nel Santuario per un’ora di Adorazione eucaristica secondo il metodo della spiritualità paolina: lettura biblica, esame di coscienza e preghiera comune. Nella terza parte si è pregato per tutte le intenzioni dei presenti, per i vivi e i defunti, con la recita del santo Rosario incentrato sui misteri della vocazione poiché dal 25 gennaio 2019 alla stessa data del 2020 la Famiglia Paolina vive un intero Anno vocazionale. La benedizione eucaristica è stata preceduta dalla preghiera alberioniana del Segreto di riuscita a cento anni dalla sua divulgazione.

La consueta foto di gruppo e i saluti hanno concluso il programma della giornata ed ognuno è tornato a casa con il cuore lieto per il bel clima di fraternità e la profondità nella preghiera che lo Spirito Santo ha favorito. Grazie agli organizzatori in loco Paolo e Franco e ai Responsabili dei gruppi che hanno coinvolto altre coppie per un’esperienza sempre bella e indimenticabile. La Beata Vergine Maria di Loreto insieme a san Giuseppe ci assistano e ci portino a Gesù.

Nei giorni 3-5 gennaio 2019, a Focene, presso la Casa delle Suore Carmelitane Missionarie di Santa Teresa del Bambin Gesù si è svolto il Convegno nazionale dell’Istituto Maria Santissima Annunziata

I lavori sono iniziati con la preghiera del Rosario, seguita dalla presentazione che Carmela Pietrarossa ha fatto della sua relazione, dal titolo Come fermento. La sfida della secolarità, un percorso attraverso i temi della consacrazione laicale vissuta nel segno del lievito che trasforma la pasta, del germe divino che cresce e diventa un albero sotto le cui fronde gli uccelli trovano riparo.

Utilizzando una serie di immagini in power point, cioè elaborate al computer, Carmela ha condotto la sua riflessione traendo spunto da numerosi riferimenti alla realtà umana, professionale, culturale, politica, invitandoci a mai ‘accomodarci’ per gettare sempre oltre le nostre reti, nella quotidianità dei piccoli gesti, pieni di eternità.

Il giorno successivo, venerdì 4 gennaio, don Carlo Cibien, Vicario provinciale della Società San Paolo dottore in Teologia con specializzazione in Sacramentaria, ha presentato un quadro di riferimento sulla normativa che regola gli Istituti di vita consacrata, soffermandosi sulle problematiche ancora aperte, legate al senso dell’aggregazione.

Il tempo per qualche domanda e, nel pomeriggio, il confronto nei gruppi sui contenuti proposti; dopo cena, la possibilità di suggerimenti e proposte operative, per questo anno così importante, dedicato alle vocazioni e alla celebrazione del centenario del Patto di Riuscita (7 gennaio 2019), preceduto nel 1917 dalla famosa cambiale, una riproduzione della quale è stata consegnata a ciascuna Annunziatina dalle Consigliere. Insieme a don Gino Valeretto, Delegato provinciale dell’Istituto, hanno lavorato incessantemente durante e dopo il Convegno.

Sabato 5 abbiamo avuto la gioia di avere con noi, insieme a don Domenico Soliman, don Valdir José de Castro, Superiore generale della Società San Paolo che, dopo la celebrazione della Messa, si è intrattenuto con noi per raccontare della sua esperienza come partecipante al Sinodo dei giovani.

Don Valdir ci ha raccontato che molti giovani hanno evidenziato sì aspetti negativi della Chiesa (la corruzione, la pedofilia), al tempo stesso però hanno parlato della loro bella esperienza all’interno della comunità ecclesiale, in particolare ci ha raccontato di un giovane irakeno che ha commosso l’assemblea dei padri sinodali raccontando della persecuzione di tanti cristiani nel suo paese.

L’ultima parte della mattinata del sabato è stata dedicata alla relazione di don Gino sulla vita dell’Istituto e alle proposte operative, tra le quali la recita del Patto di riuscita, la preghiera per le vocazioni, la celebrazione di Sante Messe a suffragio delle Annunziatine defunte.

Infine, una bella iniziativa sarà la possibilità di partecipare ad un pellegrinaggio a Lourdes, nel 2020, anniversario della costituzione degli Istituti aggregati, promosso dalla Santa Famiglia.

No sábado, dia 15 de setembro, Memória de Nossa Senhora das Dores, o Pe. Luiz Antônio Reis Costa, da Arquidiocese de Mariana, Minas Gerais, concluiu a etapa formativa do Noviciado e emitiu os Primeiros Votos Religiosos no Instituto Paulino de Vida Secular Consagrada Jesus Sacerdote.

A solene Celebração Eucarística foi presidida pelo Pe. Antônio Lúcio da Silva Lima, Delegado Provincial do Instituto Jesus Sacerdote, às 19h30, no Santuário Arquidiocesano de Nossa Senhora das Graças, na cidade de Catas Altas da Noruega, Minas Gerais.

O Pe. Luiz Antônio nasceu no dia 17 de setembro de 1970, na cidade de Ouro Preto, Minas Gerais. Foi ordenado Presbítero pela Oração da Igreja e pela imposição das mãos de Dom Luciano Mendes de Almeida,SJ, no dia 12 de maio de 2000. Ingressou no Instituto Jesus Sacerdote no dia 03 de julho de 2014. Na Solenidade de São José, dia 19 de março de 2015, ingressou no Postulado e, em 12 de abril de 2016, no Noviciado.

Além dos paroquianos e amigos do Pe. Luiz Antônio, que lotaram o Santuário para participarem da Santa Missa, também esteve presente o Cl. João Paulo da Silva, ssp.  Depois de recordar ao Neoprofesso os seus compromissos assumidos com a Profissão Religiosa,  Pe. Antônio Lúcio concluiu a sua homilia afirmando: “O meu e o nosso desejo, Pe. Luiz Antônio, é que você persevere nesta caminhada redescobrindo cada dia a alegria de anunciar e viver as propostas do Evangelho. Que você acolha, neste período do Juniorado, a companhia diária do Divino Mestre e Pastor, Caminho, Verdade e Vida na sua vida presbiteral e ministério pastoral. É ele que irá purificando suas verdadeiras intenções e convicções vocacionais desde hoje, dia em que se torna membro efetivo do Instituto Jesus Sacerdote e da Família Paulina, e que serão confirmadas com a Profissão Religiosa Perpétua, na conclusão desta etapa formativa, daqui a cinco anos. Pe. Luiz Antônio, aproveito da oportunidade para cumprimentá-lo pelo seu aniversário natalício no próximo dia 17: 48 anos! Que você realmente se ofereça ao Instituto Jesus Sacerdote ‘de todo o coração, para que, com a graça do Espírito Santo e por intercessão de Maria, Mestra e Rainha dos Apóstolos, e de São Paulo Apóstolo, você possa alcançar a perfeita caridade pastoral, no serviço de Deus e da Igreja’”. Amém.

Pe. Antônio Lúcio,ssp
Delegado Provincial do Instituto Jesus Sacerdote

Dal 30 luglio al 5 agosto nella Casa Divin Maestro di Ariccia si sono tenuti gli esercizi spirituali annuali dell’Istituto San Gabriele Arcangelo. Il tema è stato quello proposto per tutta la Famiglia Paolina, l’ultimo di un ciclo triennale sui consigli evangelici. Il predicatore, don Giuliano Saredi, sacerdote paolino, ha guidato i Gabrielini a riflettere e meditare sul tema della castità in quanto offerta di tutto se stesso a Cristo Signore. Sono stati illustrati approfonditamente i sette segni presenti nel Vangelo di Giovanni, tra cui la moltiplicazione dei pani, la guarigione del cieco nato e la risurrezione di Lazzaro. 

Durante il Canto dei Vespri di venerdì 3 agosto, primo venerdì del mese dedicato al Sacro Cuore di Gesù, l’Istituto ha celebrato con gioia e riconoscenza l’ingresso in noviziato di tre postulanti, Angelo Lanzoni, Davide Campione e Filippo Magro. Sabato 4 agosto, invece, durante la Celebrazione eucaristica presieduta dal Superiore provinciale don Eustacchio Imperato, e concelebrata dal Delegato nazionale dell’Istituto don Guido Gandolfo, hanno rinnovato i loro voti per il terzo anno i gabrielini Daniele Curcio e Matteo Torricelli. Nella stessa Eucarestia di fronte ai fratelli presenti il gabrielino Gianluca Carrara ha emesso la professione per tutta la vita dei consigli evangelici di castità, povertà, obbedienza. 

Ci uniamo nella preghiera alla loro gioia e all’offerta della loro vita, chiedendo a Gesù Maestro Via, Verità e Vita, la passione apostolica perché possano dedicarsi a una evangelizzazione efficace nella loro condizione secolare e nell’ambito dei loro impegni sociali.

 

Altri articoli...

Agenda Paolina

24 Aprile 2018

fra l’Ottava di Pasqua (bianco)
At 3,1-10; Sal 104; Lc 24,13-35

24 Aprile 2018

* FSP: 1948 a Bogotá (Colombia) - 1994 a Lagos (Nigeria) • PD: 1951 presso SSP a Tokyo, Yotsuya (Giappone).

24 Aprile 2018

SSP: Fr. Paolo Yamano (1982) - D. Pio Bertino (1994) • FSP: Sr. Paula M. Simoes (1999) - Sr. Modesta Cane (2006) • PD: Sr. M. Fiorella Portale (1990) - Sr. M. Luciana Lazzarini (2018) • ISF: Italina Torreggiani (2010) - Giuseppe Locastello (2017).