15
Sun, Sep

Typography

Nella casa "Giacomo Alberione" di Albano Laziale, sabato 31 agosto, durante la celebrazione eucaristica presieduta dal Superiore generale don Valdir José De Castro, ha avuto inizio ufficialmente il Corso di preparazione alla professione perpetua di undici Juniores. Sette giovani provengono dalle Filippine: Jose Felix Cortez, Edward Dantis, Oliver Vergel Par, Paul Vincent Octubre, Micha Miguel Competente, Sebastian III Gadia, Samy John Torrefranca; a cui si aggiungono Carlos Alberto Astorga Rojas dal Venezuela, Isaac Kakera Kyamata dal Congo, James Edeh Arinze dalla Nigeria e Giuseppe Lacerenza dall'Italia.

Loro referente per questi tre mesi sarà don Carlos Lomelì Serrano, proveniente dal Messico, che guiderà gli juniores durante questo cammino in cui - come affermato dal Superiore generale durante la celebrazione - essi avranno la possibilità di approfondire il carisma paolino, studiare dai testi originali del Fondatore per conoscerne l'autentico pensiero, visitare i luoghi alberioniani in cui tutto ha avuto inizio, e soprattutto arricchirsi dell'esperienza di tanti confratelli e consorelle paoline che in questi tre mesi si alterneranno per testimoniare la loro vocazione e fornire contributi sul nostro carisma e su come declinarlo nell'attuale contesto della comunicazione, per portare Cristo all'uomo di oggi.

Alla Celebrazione eucaristica erano presenti vari confratelli sacerdoti e discepoli paolini, un nutrito gruppo di suore in rappresentanza dei quattro istituti religiosi femminili, il Superiore provinciale d'Italia don Eustacchio Imperato insieme ad alcuni consiglieri. Erano presenti inoltre don José Salud Paredes e don Celso Godilano – consiglieri generali responsabili della formazione – che hanno organizzato il progetto formativo di questo trimestre, in cui i giovani juniores avranno l'occasione di vivere uno spirito missionario che assume sempre più i tratti della multiculturalità e della conoscenza reciproca, per ampliare gli orizzonti e costruire insieme il futuro della Società San Paolo.

Our Presence