Typography

Alle 14,00 circa (ora locale) del 24 dicembre 2018, Vigilia del Santo Natale, è deceduto nell’ospedale “Centro de Especialidades Dr. Rafaele Lucio” a Xalapa, Veracruz (Messico) il nostro fratello sacerdote

DON GERARDO JOAQUÍN VELASCO ACOSTA
57 anni di età, 29 di vita paolina, 22 di professione religiosa, 13 di ordinazione

Don Gerardo ci ha lasciati improvvisamente e prematuramente, nel pieno dei suoi anni, a causa di un edema polmonare causato dal diabete di cui soffriva da tempo. Mentre si trovava in vacanza dalla sorella, nel paese natio di Las Vigas, in occasione delle festività natalizie, ha accusato nella notte tra il 23 e il 24 dicembre un forte dolore al ventre, che ha reso necessario il ricovero d’urgenza in ospedale. Sono seguiti due infarti, il secondo dei quali fatale.

Nella testimonianza dei fratelli, don Gerardo si faceva molto amare per la sua semplicità, dote sempre apprezzata nei sacerdoti da parte dei fedeli. Erano in molti a cercarlo per il suo sorriso, che amava dispensare nelle occasioni liturgiche ma anche nelle feste, a cui desiderava partecipare per il suo carattere semplice e gioviale.

Gerardo nasce a Las Vigas, paese non distante da Xalapa, capitale dello stato messicano di Velacruz, a circa 400 chilometri a ovest della capitale Città del Messico. Primogenito di tre figli, unico maschio con due sorelle, vede la luce del sole il 16 agosto 1961. Papà Gaudencio è operaio, mamma Eva Aurelia lavora come domestica. Qualche anno dopo vive con sofferenza la separazione dei genitori, evento che non gli impedisce di svolgere regolarmente gli studi e di coltivare la sua fede. Colpisce in chi lo incontrerà negli anni successivi la sua devozione alla Madre di Dio e l’amore per l’adorazione eucaristica, come testimonia la sua partecipazione, nei primi anni di formazione paolina, alla Adoración Nocturna Mexicana.

Una volta diplomatosi lavora in una tortilleria, fino a quando, a 28 anni, mette meglio a fuoco la sua vocazione paolina e chiede di entrare in Casa. Varca la soglia della comunità di Città del Messico - Tasqueña il 10 agosto 1989. Prima dell’ingresso in noviziato, vive alcuni anni di formazione e discernimento, in cui, oltre all’apostolato, frequenta e termina gli studi in comunicazione e filosofia rispettivamente presso l’Instituto Paulino de Comunicación e l’Instituto Paulino de Filosofía. Si consacra al Signore, insieme a tre compagni, l’11 agosto 1996 dopo il canonico anno di noviziato vissuto nella comunità di Aguascalientes. Cinque anni dopo, il 25 gennaio 2001, in occasione della festa della Conversione di San Paolo, emette la professione perpetua a Tasqueña, seguita il 16 aprile 2005 durante l’Anno dell’Eucaristia (ottobre 2004 – ottobre 2005), dall’ordinazione presbiterale per l’imposizione delle mani di Mons. Guillermo Ortíz Mondragón, Vescovo ausiliare di Città del Messico.

Il tempo del suo ministero paolino che segue è stato in gran parte dedicato alla diffusione in libreria: a Mérida dal 2005 al 2006 e dall’agosto 2018 fino alla sua morte, ad Aguascalientes dal 2008 al 2009, nella comunità di Tasqueña dal 2006 al 2008. Qui è stato anche per due anni Direttore del Centro di Spiritualità Paolina della Provincia messicana (2009-2011), prima di chiedere e ottenere dai Superiori il permesso di frequentare a Roma il Corso di Spiritualità della Famiglia Paolina (2012-2013). Dal 2013 fino a luglio del 2018, a Guadalajara, si occupa della gestione dei diritti d’autore, assumendo anche la responsabilità dell’infermeria, incarico impegnativo a favore dei fratelli malati che ha svolto con grande senso di responsabilità e spirito di servizio.

Partito da Mérida per raggiungere la sorella nel paese natio, don Gerardo ha prima visitato il padre, residente a Città del Messico, e poi, il 20 dicembre, è passato a salutare la comunità di Taxqueña, condividendo con i confratelli e gli aspiranti il pranzo di Natale per il tradizionale scambio di auguri. Quindi, dal 21 dicembre si trovava a casa di sua sorella a Las Vigas, atteso con gioia dai parrocchiani del paese, che ne apprezzavano il cuore sacerdotale, sempre disponibile all’ascolto e all’incoraggiamento. Poi, all’improvviso, la situazione è precipitata.

Nell’affidare al Maestro Divino, fattosi Bimbo nella mangiatoia, questo nostro fratello sacerdote, per sua intercessione invochiamo alla vigilia dell’Anno vocazionale di Famiglia Paolina (25 gennaio 2019 – 24 gennaio 2020) il dono di sante vocazioni per la nostra Congregazione per proseguire e sviluppare, nel tempo nuovo che si apre, la missione evangelizzatrice affidata oltre un secolo fa da Dio al Beato Giacomo Alberione.

 

Roma, 26 dicembre 2018
Festa di Santo Stefano                                

Don Stefano Stimamiglio, ssp
Segretario generale


Le esequie di don Gerardo si svolgeranno oggi, 26 dicembre 2018, a Las Vigas. Successivamente verrà comunicato il luogo della sepoltura.

I Superiori di Circoscrizione informino le loro comunità per i suffragi prescritti (Cost. 65 e 65.1).


ITAESPENG

Agenda Paolina

24 Gennaio 2019

Memoria di S. Francesco di Sales, vescovo e dottore della Chiesa (bianco)
Eb 7,25–8,6; Sal 39; Mc 3,7-12

24 Gennaio 2019

* FSP: 1947 a Valencia (Spagna) - 1965 a Barquisimeto (Venezuela) • PD: 1994 Casa DM a Quezon City (Filippine).

24 Gennaio 2019

SSP: Beato Giuseppe Timoteo M. Giaccardo (1948) - D. Angelo Fenoglio (1980) - Fr. Umberto Giacinto Oggero (2011) - D. William Ignatius Staniszewski (2015) • FSP: Sr. Giulia Fontana (2005) - Sr. M. Cristina Gamez (2009) - Sr. M. Nilia Miccio (2017) • PD: Sr. M. Gabriela Raccosta (2001) - Sr. M. Angela Serpieri (2011) • IMSA: Marisa Andreotti (2013).

Pensieri del Fondatore

24 Gennaio 2019

Sulla vostra coscienza pesano un milione, tre milioni, dieci milioni di anime... ecco perché dovete essere molto santi... Si tratta di salvare molte anime. Ed io vi dico che un buon giornalista ne salva di più (Diario, 26.1.1919).

24 Gennaio 2019

Sobre vuestra conciencia pesan un millón, tres millones, diez millones de almas... por eso debéis ser muy santos... Se trata de salvar muchas almas. Y yo os digo que un buen periodista salva aún más (Diario, 26.1.1919).

24 Gennaio 2019

One million, three million, ten million souls weigh on your conscience... that’s why you have to be very holy... It’s about saving many souls. And I tell you that a good journalist saves more (Diario, 26.1.1919).