Typography

Alle ore 10.00 di ieri, 27 dicembre 2017, presso una casa di riposo di Lisbona, dove vi si trovava da circa due mesi per un peggioramento delle sue condizioni di salute, è tornato al Padre a causa di una insufficienza cardio-respiratoria, il nostro fratello Sacerdote

DON ANTÓNIO TIMÓTEO DUARTE NUNES
87 anni di età, 69 di vita paolina, 65 di professione e 58 di sacerdozio

Antonio nasce ad Alcaria (Provincia di Fundão), nella zona centrale del Portogallo, il 26 novembre 1930. È figlio di Antonio e Julieta Nunes, insieme a tre sorelle e un fratello. La sua è una famiglia profondamente religiosa che dà alla Chiesa e alla Famiglia Paolina una Pia Discepola del Divin Maestro e un secondo figlio Paolino, don José Bento. Inizia la scuola dell’obbligo nel suo paese e la completa a Covilhã. Il 9 dicembre del 1948 entra nella Comunità di Lisbona con il proposito di farsi sacerdote.

In quegli anni la nostra Comunità era in una casa in affitto nel Paço do Lumiar. Successivamente, si trasferisce in Rua do Lumiar n. 167 a Lisbona. In questa casa, don Antonio ha iniziato a vivere l'apostolato paolino, mostrandosi sempre disponibile, lavorando alle macchine tipografiche o impegnandosi nella gestione e nell'amministrazione della casa e della tenuta di Lumiar, sulla strada che porta a Lisbona da Odivelas.

Entra in noviziato a Lisbona il 6 settembre 1951, avendo come maestro don Giacomo Giraudo e come superiore della Comunità don Francesco Saverio Boano, fondatore della prima casa in Portogallo. Il 6 settembre dell’anno successivo emette la prima professione e parte per frequentare gli studi teologici a Roma, dove emetterà la professione perpetua l’8 settembre 1956 e sarà ordinato sacerdote il 5 luglio 1959 per l’imposizione delle mani di mons. Luigi Traglia.

Rientrato in Portogallo gli viene chiesto di occuparsi dell’animazione vocazionale paolina. Dopo un periodo di intensa attività nel Nord del Paese, nell’ottobre del 1959 è a Lumiar come Maestro di quasi 40 ragazzi. Nell’autunno del 1962 la comunità si trasferisce nella tenuta “Regina degli Apostoli” di Apelação. Nell’estate del 1963 don Antonio è ancora Maestro dei ragazzi, aiutando al contempo nella tenuta agricola, nella stampa e nell’amministrazione. Qualche mese dopo, nell’ottobre 1963, si trasferisce in Brasile, dove nelle comunità di São Paulo e nella Cidade Paulina per sei anni assume più incarichi, tra cui quelli di Maestro e di insegnante, lasciando una bella impressione di sé in tutta la Provincia.

Rientrato in Portogallo nel 1969, è ancora Maestro dei ragazzi nella comunità di Apelação (1969-1988) e per diversi anni Economo regionale (1989-1995; 2002-2006), nonché Direttore amministrativo (1995-1999; 2002-2006). Per due anni vive anche nella comunità di Fatima (1999-2000), dove è responsabile della libreria locale e coordinatore delle librerie della Regione. Nel 2006 giunge a Braga, prima impegnato nella diffusione (2006-2008) e poi nell’animazione della comunità (2008-2011). Nel maggio del 2011 ritorna ad Apelação e vi rimane fino alla morte. Qui è impegnato nella formazione come Maestro di juniorato, poi come Consigliere regionale (2015-2017) e, per un breve periodo, Delegato del Superiore regionale per quella comunità (2015-2016).

Don Antonio era una persona generosa, molto riservata e seria, che ha dovuto affrontare momenti non facili. Voleva rimanere sempre in secondo piano rispetto agli altri, senza però perdere la sua passione per la vita paolina, sulle orme del Beato Alberione.

Affidiamo ora don Antonio alla bontà del Divin Maestro. Insieme ai Beati Alberione e Timoteo Giaccardo, di cui portava il nome di professione, possa ora vivere nell’Amore eterno di Dio, amore che in questi giorni di Natale contempliamo a Betlemme.

 

Roma, 28 dicembre 2017

Don Domenico Soliman, ssp


                                                                                     I funerali si svolgeranno oggi, giovedì 28 dicembre, alle ore 14.30 nella chiesa parrocchiale di Apelação.

La salma sarà successivamente tumulata nel vicino cimitero di Apelação.

I Superiori di Circoscrizione informino le loro comunità per i suffragi prescritti (Cost. 65 e 65.1).


ITAESPENG

Agenda Paolina

June 16, 2019

Solennità della SS. Trinità (bianco)
Pr 8,22-31; Sal 8; Rm 5,1-5; Gv 16,12-15

June 16, 2019

* SSP: 1955 inizio in Germania, Remscheid • FSP: 1967 a New Delhi (India) - 1969 a Mangalore (India).

June 16, 2019

FSP: Sr. Lina Zoppi (1985) - Sr. M. Olga Ambrosi (1997) - Sr. Beniamina M. Miletta (2001) - Sr. M. Giuliana Dalese (2009) - Sr. Faustina Giaretta Parodi (2010) • SJBP: Sr. Beatrice Censi (2007) • ISF: Teresa Ceppa (2006).

Thoughts

June 16, 2019

Tutto deve terminare alla domenica in un gran «Gloria in excelsis Deo et in terra pax hominibus» ad onore della SS. Trinità, cantato dagli angeli, come programma di vita, apostolato e redenzione di Gesù Cristo; il Paolino vive in Cristo (AD, 183).

June 16, 2019

Todo tiene que acabar con un gran «Gloria a Dios en el cielo, y en la tierra paz a los hombres» en honor de la santísima Trinidad, cantado por los ángeles, como programa de vida, apostolado y redención de Jesucristo: el paulino vive en Cristo (AD, 183).

June 16, 2019

Everything must be concluded on Sunday in a great “Gloria in excelsis Deo et in terra pax hominibus” to honor the Blessed Trinity, sung by the angels, as a programme of life, apostolate and redemption of Jesus Christ; the Pauline lives in Christ (AD, 183).