Associazione Cooperatori Paolini

Con la Celebrazione eucaristica presieduta dal Superiore generale don Valdir José De Castro è iniziato ieri 30 giugno, Solennità di San Paolo, l’Anno Centenario dei Cooperatori Paolini. Un buon numero di Cooperatori e Cooperatrici insieme alla Famiglia Paolina si sono ritrovati nella Basilica di San Paolo, per rendere grazie al Signore per il loro cammino e per condividere la gioia di ciò che sono e vivono apostolicamente. La messa era trasmessa in diretta da Telepace.

L’omelia tenuta da don Vito Fracchiolla, Vicario generale e delegato del Superiore generale per gli Istituti Aggregati e i Cooperatori, ha evidenziato tre obiettivi per rendere questo Anno un tempo di grazia: guardare il passato con gratitudine, vivere il presente con passione e abbracciare il futuro con speranza. A livello locale saranno proprio loro i protagonisti per rendere significativo questo Anno, sicuri che, come ha detto don Vito, «raccontare la propria storia è indispensabile per tenere viva l’identità, così come per rinsaldare l’unità e il senso di appartenenza dei membri. Non si tratta di fare dell’archeologia o di coltivare inutili nostalgie, quanto piuttosto di ripercorrere il cammino delle generazioni passate per cogliere in esso la scintilla ispiratrice…».

Omelia (pdf)